Ben ritrovati iTechnoFans, oggi parleremo in questa lezione della variabile char

impariamo a programmare

Oltre alle variabili numeriche trattate nelle precedenti lezioni, esistono variabili di tipo char, in grado di contenere un carattere.
Questa variabile è di dimensioni ridotte rispetto a quelle trattate in precedenza, essa occupa infatti un solo byte (gli 8 bit del codice ASCII).

Attenzione: In Printf che in Scanf bisogna porre “%c”

Per concludere le lezioni sui tipi di variabili, è opportuno aggiungere che tutti i tipi di variabili visti fino ad ora, possiedono un range che comprende i numeri negativi.

Per evitare che il range sia ridotto per la presenza dei negativi, è possibili utilizzare ‘unsigned’ prima di dichiarare il tipo di variabile: per esempio “unsigned int pippo”

Ecco una tabella riassuntiva:

TIPOPAROLA CHIAVE

Bytes occupati

Range
Interoint

2

-32768 a 32767
Intero cortoshort

2

-32768 a 32767
Intero lungolong

4

-2.147.483.648 a 2.147.438.647
Intero senza segnounsigned int

2

0 a65535
Intero senza segno cortounsigned short

2

0 a 65535
Intero senza segno lungounsigned long

4

0 a 4.294.967.295
Decimale singola precisionefloat

4

1.2E-38 a 3.4E381
Decimale doppia precisionedouble

8

2.2E-308 a 1.8E3082

Bene, questa è tutto sulla undicesima lezione di “Impariamo a programmare“, nella prossima lezione spiegheremo le tipologie dei dati. Vi aspettiamo!

Se hai qualsiasi problema o domanda da farci, basta commentare l’articolo qui in basso